Fiori di Ciauenasca e i primi abbozzi di grappolini d’uva

Siamo nel periodo dell’anno in cui troviamo una miriade di minuscoli fiori nei vigneti.

11391202_10206960455555971_5689477343865311579_n11267854_10206960452915905_6188356311890727666_n

S’inizia con il vedere alcuni abbozzi di grappolini d’uva, in realtà sono i boccioli fiorali del grappolo che sarà! Ma prima un’esplosione di fiorellini, stami, pistilli, a migliaia nei vigneti valtellinesi, sfavillìo di vita in piena fecondazione quasi invisibili a un occhio poco attento.

11351427_10206960455395967_8554369394180117727_n11391294_10206960451355866_2669742490969326499_n

Dentro di essi si sta slenziosamente compiendo una piccola magia che ogni anno è simile e sempre diversa, darà senso al duro lavoro eroico-umano e renderà abbondante o scarsa la vendemmia e, di conseguenza, influirà di molto sul nostro umore degli anni a venire!

11252398_10206960452315890_5149723440945667622_n11393233_10206960452795902_7476533909846556723_n

L’infiorescenza della vite è un grappolo composto, inserito sul nodo dalla parte opposta alla foglia, solitamente al terzo, quarto ma anche al quinto segmento fogliare del germoglio, dipende dai vitigni e dalla fertilità della pianta stessa.

Quelli che poi, appena il primo caldo estivo si fa sentire, si liberano dalla caliptra (la corolla di micro-petali), paiono microscopici acini d’uva ma che, in vero, sono dei boccioli fiorali chiusi che, scaldati al punto giusto, si liberano dal loro cappuccio e sprigionano la vita nella sua semplicità meravigliosa!

10612949_10206960451835878_3828342716708714070_n11377384_10206960455155961_1196690656014445551_n

Ed è proprio nel momento della caduta della caliptra che si possono vedere i cinque stami (portatori del polline) e il pistillo (nel centro del fiore), a forma di piccolo fiasco. Si tratta di un fiore ermafrodita nel quale, con l’aiuto del vento e insetti utili, avviene la fecondazione e lo sviluppo del singolo acino, ogni fiore un acino, fino a comporre l’intero futuro grappolo d’uva!

10453462_10206960452195887_8602502712241948630_n

Giornate calde e assolate, come queste, sono l’apoteosi avvinchè avvenga l’idillio. Infatti, in annate con la fioritura in fasi piovose e nuvolose si hanno fiori poco fecondi mentre, se il bel tempo ci assiste, si avranno almeno il 70 % dei frutti sul totale dei fiori pre-esistenti.

Insomma… si prospetta un’annata feconda!

http://buonacausa.org/cause/recupero-vigneti-in-valtellina

Annunci