La Rinascita primaverile della Ciauenasca

camminare controvento (in Valtellina)

Tra la fine di marzo e i primi di aprile, le viti valtellinesi, indipendentemente su quale versante della Valle siano, iniziano a germogliare!

11149272_10206558628310541_8515337461664810669_n11150365_10206558628270540_7242538848033554871_n

Dalle Alpi Orobie alle Retiche, lungo e attraverso il fondovalle, in questo periodo dell’anno, una miriade di minuscoli abbozzi verdi e lanosi spuntano dalle gemme e colorano tenui i paesaggi.

11078212_10206558619950332_2303785829267974126_n

I vitigni tipici della Valtellina fanno parte del ceppo genetico del Nebbiolo, una pianta che buta(germoglia) precocemente e che per maturare ha bisogno di più tempo degli altri vitigni. Insomma, inizia presto e termina tardi.

Il tepore delle roccie e la lanuggine che li avvolge, proteggono i fragili germogli dagli abbassamenti improvvisi di temperatura, mercoledì 8 aprile la minima è scesa di 6 gradi sotto lo zero sul fondovalle.

Alcuni già s’aprono e s’intravedono le forme primordiali delle prime foglie, del sottile fusto e alcune gemme di controcchio (ogni gemma della vite racchiude in realtà…

View original post 61 altre parole

Annunci